Presepe vivente - 2009-12-19 - Cernusco sul Naviglio (Milano) - Italia / Italy

Adventas ir Kalėdos

Žiūrėti metus:
2009-12-19 | 14:30 | Italia / Italy | Cernusco sul Naviglio (Milano)

Presepe vivente

Cinquecentodieci bambini e ragazzi dell’Aurora-Bachelet, una scuola pubblica non statale, elementare e media, di Cernusco s/N, su proposta dei loro docenti, insieme ai loro genitori, propongono un Presepio itinerante per le vie della città.
«Come san Francesco» è il titolo dell’iniziativa. San Francesco, un paio di anni prima di morire, volle rappresentare la Natività a Greccio dopo essere stato in Palestina. Qui vi era arrivato nel 1219 come crociato desideroso di far conoscere Gesù e di fare pace con i musulmani. Fu ricevuto dal sultano al-Malik- al-Kamil, che era rimasto molto colpito dalla fede coraggiosa di Francesco.
Fu in tale occasione che Francesco poté visitare in pace i luoghi santi della vita del Signore. Ne rimase così colpito da dire ad un suo amico: «Vorrei rappresentare il Bambino nato a Betlemme... voglio vederlo con i miei occhi di carne, così come era, adagiato in una greppia e addormentato sul fieno, tra il bue e l’asinello». Bambini, ragazzi, adulti dell’Aurora-Bachelet vogliono imitare san Francesco per rispondere anche loro al desiderio di stare davanti al Mistero fattosi carne. Non hanno intenzione di mettere in atto una semplice recita: vogliono ri-comprendere e verificare il Natale come fatto storico e memoria dell’avvenimento che rende tutti gli uomini fratelli e sorelle.
Oltre all’Aurora e alla Bachelet sono impegnati anche il Centro Studi della Valle Imagna, che ha fornito tra l’altro strumenti musicali per il gruppo dei pastori, e la scuola primaria Little Prince di Nairobi, gemella della scuola cernuschese. Sono tutti uniti dal desiderio di guardare Dio, che si fa uomo per essere compagno ed amico di ogni uomo, vicino e lontano.
L’appuntamento è per sabato 19 dicembre 2009, prima in Villa Greppi (sede del Comune) e Piazza Unità di Italia, poi per le vie che portano davanti alla Chiesa Prepositurale Santa Maria Assunta, dove è stata allestita la capanna. Concluderà il gesto don Ettore Colombo, prevosto della città.

© Fraternità di Comunione e Liberazione. CF 97038000580 / Teisiniai pranešimai / Asmens duomenų apsaugos politika